Chi è online

 5 visitatori online
« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

COMMUNITY ARTINSIEME:
Il luogo virtuale delle letture e del confronto

PRODUZIONI e PROGETTI ARTINSIEME:

La Danza del Tempo

Arte per la vita

La rivista Artinsieme

 

Benvenuto nel blog di Artinsieme.
Ogni utente registrato, dopo aver effettuato il login, ha la possibilità di inserire il proprio post o il proprio commento.

Per effettuare il login clicca qui.



Venerdì 05 Marzo 2010 08:59

LA CORRUZIONE, LA DROGA, LO STATO E LA MAFIA

WRITTEN_BY_MALE Fabrizio
Vota questo articolo
(0 votes)

Lo avete capito o vivete ancora nel mondo delle nuvole? E' tutto collegato... Qui al Sud, alcuni genitori che lavorano nello Stato, hanno figli che sono caduti nella criminalità organizzata che rifornisce la droga agli avvocati, agli imprenditori ed ai politici ed in generale ai professionisti di tutta Italia che, richiedendola, giustificano la mafia stessa. La coca non è roba per poveri ma per ricchi…gli operai, le famiglie mono-stipendio o i semplici dipendenti a circa 1000/1500 euro non si fanno di coca. Ecco perché la corruzione non si riesce a risolverla da tempo. Vi sono di mezzo le amicizie, gli affetti ed una marea di drogati dell’alta società in BMW che vivono e giustificano anch’essi l’illegalità…

Questa è l’Italia e questa è la verità.


Fabrizio Fiordiponti

Fabrizio

Fabrizio

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Per inserire il tuo commento devi effettuare il login
Banner

Sito ottimizzato per una visualizzazione video 1280 x 1024. Compatibile con browser Explorer 8 e Fireworks 3.5.8 e superiori

ARTINSIEME - L'arte educativa multidisciplinare - Copyright © 2001-2013. Tutti i diritti sono riservati a Fabrizio Fiordiponti, presidente Scuola Normale d'Arte acssl con statuto associativo di origine datata 2001 di cui Fabrizio Fiordiponti conserva i diritti di autore e la proprietà intellettuale