Chi è online

 11 visitatori online
« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

COMMUNITY ARTINSIEME:
Il luogo virtuale delle letture e del confronto

PRODUZIONI e PROGETTI ARTINSIEME:

La Danza del Tempo

Arte per la vita

La rivista Artinsieme

 

Benvenuto nel blog di Artinsieme.
Ogni utente registrato, dopo aver effettuato il login, ha la possibilità di inserire il proprio post o il proprio commento.

Per effettuare il login clicca qui.



Venerdì 05 Marzo 2010 09:02

L’ORIGINE DELLA MENTALITA’ MAFIOSA

WRITTEN_BY_MALE Fabrizio
Vota questo articolo
(0 votes)

La mafia è basata su di un principio alla base che la caratterizza come tale: che sia uno a decidere per tutti. Solitamente colui, uomo o donna, che viene ritenuto unanimemente il più intelligente dalla qualsivoglia associazione di persone (anche detta famiglia) che lo elegge tale, cioè colui che è ritenuto in grado di far del male in vista di un bene superiore. Infatti si chiama anche la “cupola” poiché ha una organizzazione a piramide.
Questo spesso anche in barba alla Legge.
La mafia, sociologicamente, non è solo quella della criminalità organizzata ma una vera e propria mentalità che, a mio parere convinto e scientifico, ha origine storiche da quel tremendo “ipse dixit” (l’ha detto lui) di origini greche.
Questo “ipse dixit” (che presuppone che il pensiero della “Somma autorità” vada accettato e non interpretato) è attribuibile ai Pitagorici, che citavano la somma autorità greca Pitagora (Samo c. 575 a.C. – Metaponto c. 495 a.C.) appunto con “ipse dixit” (De Natura Deorum di Marco Tullio Cicerone). Ancora attribuibile (sempre questo “ipse dixit”) ad Aristotele (Stagira c. 384 a.C. – Calcide c. 322 a.C.).
Le concomitanze storiche ci sono tutte. Il pensiero greco è arrivato al Sud Italia perché, più o meno in quel periodo, il Sud Italia era Magna Grecia. Con buona approssimazione scientifica si può affermare che tale mentalità dell’ipse dixit (cioè la mentalità mafiosa) abbia potuto attecchire nel Sud Italia, all’epoca Magna Grecia, tanto da divenire modus vivendi. Oggi, a ragione, tale mentalità può essere considerata alla base della mafia di qualsivoglia genere e della storica “questione meridionale” che è un problema a cui, da tempo, si cerca di dare una soluzione.
Mentalità che ha poi caratterizzato lo Stato dall’interno.
Capire quali sono le cause può aiutare a risolvere il problema.
Ritengo che questa possa essere un’ipotesi scientifica affidabile sull’origine della mentalità mafiosa e della questione meridionale, che gli specialisti del settore potranno verificare, approfondire e completare.

Fabrizio Fiordiponti

Fabrizio

Fabrizio

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Per inserire il tuo commento devi effettuare il login
Banner

Sito ottimizzato per una visualizzazione video 1280 x 1024. Compatibile con browser Explorer 8 e Fireworks 3.5.8 e superiori

ARTINSIEME - L'arte educativa multidisciplinare - Copyright © 2001-2013. Tutti i diritti sono riservati a Fabrizio Fiordiponti, presidente Scuola Normale d'Arte acssl con statuto associativo di origine datata 2001 di cui Fabrizio Fiordiponti conserva i diritti di autore e la proprietà intellettuale